mercoledì 13 dicembre 2017

Vacanze a Cervinia: Capodanno e Befana sulla neve


La vista del Monte Cervino fuori dal residence 

Last minute a Cervinia, perla imbiancata delle Alpi, con oltre 300 km di piste per tutti i gusti. Una settimana o due in un residence di fronte al monte Cervino e poco distante dal centro che può ospitare fino a 6 persone, e trascorrere così il Capodanno o la Befana (o entrambi..) in Val d'Aosta, ad oltre 2.000 metri d'altezza. Prezzi personalizzati (soggiorni minimi di almeno 3 giorni), info al 333.9219557. 



L'appartamento (di circa 40 mq) ha una cucina (completa di stoviglie, lavastoviglie, piastre elettriche e frigorifero), un grande bagno con doccia, una camera matrimoniale, un'altra camera (creata con armadio fino al soffitto e porta scorrevole di chiusura) con due letti a castello, un soggiorno/living con tavolo da pranzo e due divani-letto (singoli), tv, balcone. Al piano terra il comodo ski box (il deposito per sci e scarponi). Gli impianti sono raggiungibili con gli sci ai piedi ed è facile parcheggiare grazie all'ampio parcheggio esterno. 

Cervinia è un vero paradiso per tutti i tipi di sciatori, dai più esperti ai principianti: oltre 300 Km di piste che dal paese portano anche a Zermatt (in Svizzera) e a Valtournenche. Gli amanti di pattinaggio su ghiaccio e sci di fondo dispongono di piste al centro del Paese. La località offre ogni tipo di servizi: discoteche, piscina, palestra, salone di bellezza, sauna, sala giochi... A circa 30 Km si trova la cittadina termale di Saint Vincent, dove ha sede il Casinò più grande d'Europa.

La piantina dell'appartamento 

COME ARRIVARE. Collegamenti diretti dalle principali città (Milano, Genova). Le linee locali partono dal terminal di Chatillon. Uscita autostrada A5 "Chatillon - St.Vincent" proseguire sulla strada regionale 46 per Cervinia. Stazione di "Chatillon-St.Vincent" proseguire in auto o autobus.

lunedì 11 dicembre 2017

Arriva CRAQ: cultura e cucina per L'Aquila


Originale iniziativa della storica libreria Gremese di Roma: nasce CRAQ – Wine, Food & Book Concept Store”, Cultura ed Eccellenze Culinarie a sostegno del Cratere Aquilano: un modo concreto per aiutare i produttori dell’Aquilano danneggiati dal terribile terremoto del 2009 attraverso manifestazioni culturali (presentazioni di libri, mostre, dibattiti ed altro) associate a degustazioni enogastronomiche con i prodotti dell’Aquilano.

Dopo il lancio ufficiale dei primi del mese - durante la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria “Più Libri Più Liberi” - mercoledì 13 dicembre, presso la Libreria (via Belsiana 22, al centro di Roma) in occasione della presentazione del libro di Vito Molinari “Le mie grandi soubrettes” saranno offerti, alla conclusione della serata, tali prodotti.

CRAQ è l’acronimo di Cratere Aquilano, definizione che indica la zona abruzzese - 57 comuni delle province de L’Aquila, Teramo e Pescara - colpita 8 anni da un feroce evento sismico. Il progetto nasce con l’obiettivo di evidenziare le potenzialità di questi luoghi, valorizzandone i punti di forza e la produzione, ma anche di porre l’accento sulle problematiche che il territorio ha dovuto affrontare. Puntando sulla sinergia cultura-cibo, CRAQ vuole far conoscere al grande pubblico nazionale e internazionale le eccellenze culinarie ed enologiche della zona attraverso 24 eventi - denominati “Book & Food” - che avranno come protagonisti gli autori dei libri e i prodotti tipici (formaggi, salumi, vino, birra, zafferano…) del Cratere Aquilano. 

Durante questi incontri si potranno dunque ascoltare gli scrittori, degustare le specialità e conoscere le storie di alcune delle aziende coinvolte nel progetto. Durante tutto l’anno la libreria Gremese esporrà in 4 corner dedicati i prodotti agroalimentari.

lunedì 13 novembre 2017

Uno scandalo molto inglese


Scritto con il ritmo narrativo di un thriller, "Uno scandalo molto inglese" (di John Preston, per Codice Edizioni) racconta una straordinaria storia (vera) che ha visto emergere - al centro di uno degli scandali politici più controversi del Novecento - ricatti, insabbiamenti, ex amanti dal passato oscuro, e sicari. Da questo libro è tratta l'omonima serie TV prodotta dalla BBC, con la regia di Stephen Friars, e Hugh Grant e Ben Whishaw per protagonisti, le cui riprese sono appena iniziate.

Siamo in Inghilterra, nei primi anni Settanta. Il leader del Partito Liberale Jeremy Thorpe, politico in ascesa, potente, carismatico e amante della bella vita, è un uomo che nasconde un segreto. Norman Scott, ex modello e ragazzo di scuderia, dichiara di aver avuto con Thorpe una relazione omosessuale all’inizio degli anni Sessanta, quando l’omosessualità era illegale. Coperture, minacce, corruzione: il Partito Liberale fa ricorso a tutti i mezzi a sua disposizione per mantenere sotto traccia il passato di Thorpe. La situazione però precipita nell’ottobre del 1975. Un uomo uccide il cane di Norman Scott e poi rivolge l’arma – che però si inceppa – contro lo stesso politico. Thorpe, sospettato di essere il mandante del tentato omicidio, deve dimettersi, e viene coinvolto insieme ad altri 3 imputati in quello che verrà definito “il processo del secolo”, che non chiarirà mai del tutto la vicenda.

L'AUTORE
John Preston è un giornalista, e lavora per il “Sunday Telegraph” come critico d’arte e televisivo. ha scritto Kings of the Roundhouse (2005) e un libro di viaggi, Touching the Moon. Vive a Londra.

sabato 11 novembre 2017

Piccolo manuale di sopravvivenza aziendale


Si può ancora ridere nel e del mondo aziendale? La risposta ce la fornisce Gian Paolo Parenti, consumatore onnivoro di tv, fumetti e buona letteratura che ha scritto un “Piccolo manuale di sopravvivenza aziendale. 10 lezioni per cavarsela nella giungla del lavoro” nella collana dieci! di Laurana Editore. Un corso umoristico di management in 10 lezioni, con esempi tratti da case history aziendali inventate, ma saldamente ispirate a situazioni vissute e personaggi realmente conosciuti. Dieci capitoli che prendono in giro figure, riti e miti del "terziario avanzato."

L'autore ha scritto questo volume anche per omaggiare e attualizzare “L'uomo di marketing e la variante limone”, storico e immortale testo comico di Walter Fontana ambientato nell’epoca dei fax, senza internet, la comunicazione 3.0, i social, le nuove forme di precariato intellettuale. “Ho sempre desiderato fare io questa specie di aggiornamento, mettendo nero su bianco tante esperienze realmente fatte in quasi 25 anni di lavoro nel terziario avanzato”, commenta Parenti. 

L'AUTORE
Gian Paolo Parenti è nato a Piacenza nel 1968. Ha vissuto per vent’anni a Milano, ma tutto sommato con scarsa convinzione. Ora si gode l’amatissima Pavia, dove passeggia lungo il Ticino e addestra zanzare da riporto. Nei suoi primi 25 anni di lavoro si è occupato di ricerche di mercato, marketing, fiction televisive e programmazione tv. Ha tenuto corsi e seminari in diversi atenei e ha scritto e curato 5 saggi e numerosi articoli, la maggior parte dei quali è passata del tutto inosservata (ma verrà sicuramente rivalutata postuma). Naturalmente è convinto, come ogni volta e in assoluta buona fede, che da questo libro in poi tutto nella sua vita cambierà.