sabato 3 dicembre 2016

Mentre cado, ricordati di me


I personaggi di "Mentre cado, ricordati di me" (di Kyle Minor, per Baldini e Castoldi Editore) pregano in altre lingue, torturano i loro compagni di scuola, si innamorano, vanno a caccia dell’immortalità, abbandonano i loro figli, tengono un machete sotto il sedile del passeggero e collezionano statuette di porcellana. Un uomo sbriciola pillole sul piano del lavandino in bagno mentre il figlio lo osserva dal corridoio; dei missionari tentano maldestramente di sedare una rivolta con del filo spinato e dei cocci di vetro; un ragazzino maledice le Sacre Scritture mentre, a faccia in giù sull’asfalto, subisce le angherie di un bullo. Dal Kentucky ad Haiti, passando per la Florida, queste vite apparentemente diverse si intrecciano in una serie di ripetizioni sovrapposte, lottando per restare fisicamente e spiritualmente vive nonostante l’indomabile turbolenza dei loro mondi. 

Mescolando finzione, autobiografia e una dose di surrealismo, Kyle Minor - quarantenne della Florida, autore anche di fiction - ci mostra quanto il confine tra coraggio e terrore sia spesso molto labile.

mercoledì 30 novembre 2016

Tolstoj e Gandhi


Dopo "Totò massone" e "Bruce Lee", ancora un incontro "speciale" alla Libreria Rotondi di Roma (via Merulana 82): alle 18.30 del 14 dicembre si parlerà di "Tolstoj e Gandhi" con una  relatrice d'eccezione: Marta Albertini Froy, pronipote di Tolstoj, che racconterà testimonianze inedite e rivelerà aneddoti di famiglia. 

Gandhi, giovane avvocato che, nella prima decade del 1900, incoraggiava i suoi connazionali a combattere contro le discriminazioni razziali in Sud Africa, incontra le idee di Tolstoj leggendo la sua opera "Il regno di Dio è dentro di noi". Nell'ottobre del 1909 inizia tra i due una fitta (anche se breve) corrispondenza, nella quale l'anziano apostolo della non violenza trasmette a Gandhi gli ideali di verità e di amore che hanno illuminato gli ultimi anni della sua vita. Gli insegnamenti e i consigli di Tolstoj accompagneranno Gandhi durante le sue numerose, mirabili battaglie.

Marta Albertini Froy è una studiosa di storia dell'arte islamica, disciplina nell'ambito della quale ha conseguito diplomi specialistici presso la Scuola del Louvre di Parigi e la School of Oriental and African Studies di Londra. Oltre che di Oriente, si è occupata anche di letteratura russa. 

Fondata da Amedeo Rotondi alla fine degli anni ’30, la Libreria Rotondi è specializzata in Oriente, esoterismo, filosofie e religioni e offre una ricca proposta di testi introvabili e fuori catalogo di tutti i generi; per questo è detta "Libreria delle Occasioni" (come recita l’insegna). È stata riconosciuta “negozio storico” dal Comune di Roma. 

lunedì 28 novembre 2016

La STANZA dei LIBRI


“Non sono su Facebook e non so neppure bene che cosa sia. Mai mi è venuto in mente di mandare in giro un mio tweet. Reputo indecente l’abuso della parola ‘amici’ a includervi chi ha cliccato un ‘mi piace’ su un tuo articolo.
Se conosco la mail o il cellulare di chi ha scritto qualcosa che mi piace, gli mando due righe.”

Sottotitolo "Come vivere felici senza Facebook, Instagram e Followers". Venerdì 2 dicembre alle 17.30, presso la Libreria editrice Vaticana (via di Propaganda 4, a Roma) Giampiero Mughini, insieme alla critica letteraria Neria De Giovanni, presentazione il suo libro "La STANZA dei LIBRI" (Bompiani)la cultura di una generazione raccontata agli alieni del nuovo millennio: i nativi digitali.

Per la generazione di Giampiero Mughini, che ha vissuto in pieno gli anni della contestazione, i libri non erano semplicemente libri: erano l’obiettivo e l’emblema della vita stessa. E nelle biblioteche di quei ragazzi, pareti coperte di bianchi dorsi Einaudi o piccole raccolte di testi fondamentali, era racchiusa la loro identità. Così è stato per Mughini, che per i libri ha sempre nutrito una passione smodata e che ora rifiuta il sapere liquido che scorre incessantemente sui nostri schermi. Come può una fruizione bulimica di grosse quantità di nozioni sostituire il rapporto profondo e riflessivo con testi accuratamente scelti, che vivono per molto tempo tra le nostre mani e che diventano parte di noi?

“Come faccio a spiegare ai ragazzi che privarmi della collezione di libri è stata, dopo la morte di mio padre, la ferita più dolorosa della mia vita?"

giovedì 24 novembre 2016

Harry Potter e la Pietra Filosofale: il concerto


Prima assoluta italiana - il 2, 3 e 4 dicembre presso l’Auditorium Conciliazione di Roma (via della Conciliazione 4) - del Cine-Concerto "Harry Potter e la Pietra Filosofale". Lo spettacolo fa parte della "Harry Potter Film Concert Series", un tour mondiale di Cine-concerti lanciato da CineConcerts e Warner Bros. Oltre 80 musicisti, diretti da Justin Freer, eseguiranno dal vivo la straordinaria colonna sonora del premio Oscar John Williams, in sincrono con le immagini, i dialoghi e gli effetti speciali dell’intero film proiettato su un grande schermo in alta definizione.